La Presidenza del Consiglio dei Ministri organizza un convegno sull’integrazione europea in materia previdenziale e di antiriciclaggio

“A 60 anni dai Trattati di Roma – il processo di integrazione europea in materia previdenziale e di antiriciclaggio” è il titolo della due giorni organizzata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri con l’Università Lateranense e con MEFOP, la cui partecipazione riconoscerà 7 crediti formativi dall’Ordine degli Avvocati e dall’Ordine dei Dottori commercialisti di Roma.

Nella Sala monumentale della Presidenza del Consiglio il Sottosegretario alle politiche e affari europei Sandro Gozi il 24 maggio aprirà i lavori facendo il punto sullo stato attuale del processo di integrazione europea.

Il Presidente di COVIP, Mario Padula e il Presidente di Mefop, Mauro Marè affronteranno i temi previdenziali. Sull’antiriciclaggio, saranno impegnati i generali della Guardia di Finanza Andrea De Gennaro e Francesco Attardi, Giuseppe Maresca della Direzione V del ministero dell’Economia e Claudio Clemente della UIF-Banca d’Italia.

Due le direttive di cui si discuterà:

Iorp II e Capital Market Union (direttiva 2006/2341) in materia di attività transfrontaliera dei fondi pensione
IV Direttiva antiriciclaggio 2015/849 il cui schema di D.Lgs. è stato trasmesso alla Camera dei Deputati (Atto del Governo n. 389/2017)
I lavori proseguiranno il 25 maggio all’Università Lateranense in Roma mediante le Sessioni tecniche in materia di previdenza e antiriciclaggio, con la collaborazione del MEF, della COVIP, dell’UIF – Banca d’Italia.

Durante la sessione tecnica in materia antiriciclaggio, considerate le imminenti modifiche al D.Lgs. 231/2007, interverrà anche il Generale B. Giovanni Padula (GDF), Comandante del Nucleo Speciale di Polizia valutaria di Roma, trattando il tema della “Evoluzione del sistema di prevenzione antiriciclaggio: le segnalazioni per operazioni sospette. Criticità e prospettive”.